cultura pagina 7

#TRENTO - «Su Asis discussione senza pregiudizi»

TRENTO - Sport, Cultura, Biblioteche e Pari Opportunità le compertenze dell'assessore Andrea Robol. Messo in discussione fino all'ultimo, nonostante l'ottimo risultato elettorale, secondo del Pd per preferenze, alla fine Andrea Robol ha ottenuto fiducia dal sindaco Andreatta che lo ha riconfermato in giunta come assessore alla cultura, sport e pari opportunità.
F. Gottardi, "L'Adige", 3 giugno 2015

continua...


Plagi d'aula

L'arrabbiatura è esplosa ieri mattina ancora prima che la seduta del Consiglio provinciale cominciasse. Appena Lucia Maestri del Pd ha aperto il malloppo degli emendamenti collegati all'assestamento di bilancio della Provincia è saltata sulla sedia: quello riguardante le agevolazioni fiscali per le erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale a firma del consigliere del Patt Walter Kaswalder era praticamente identico agli articoli 3 e seguenti di un disegno di legge che l'ex assessore comunale aveva depositato lo scorso luglio.
D. Battistel, "L'Adige", 25 maggio 

continua...


COMUNICATO STAMPA Il Consiglio provinciale introduce anche in Trentino le ‘Domeniche al museo’

Soddisfazione della consigliera Lucia Maestri che aveva proposto tale soluzione con una specifica mozione.
Con il decreto Franceschini sul sistema tariffario dei musei statali e dei siti archeologici, entrato in vigore il primo luglio del 2014, è stata istituita la cosiddetta ‘Domenica al museo’, in base alla quale ogni prima domenica del mese tutti i luoghi della cultura statali saranno visitabili gratuitamente.
Trento, 16 aprile 2015

continua...


MAESTRI: «La legge Cogo è superata. Giuste le sinergie tra enti, incentiviamole»

Presidente della commissione cultura in Provincia. Già assessore – sempre alla cultura - in Comune. Se davvero si andrà – è stato ufficializzato nell’affollato incontro di martedì a Sanbapolis – verso una rapida revisione della legge provinciale che oggi governa, (ma per lacune e anacronismi un po’ sgoverna) il complesso delle attività culturali in Trentino, il ruolo di Lucia Maestri non sarà secondario.
C. Ragozzino"Trentino", 13 febbraio 2015

continua...


Maestri chiede l'introduzione della “Domenica al museo” come previsto a livello statale dal decreto Franceschini

Con una mozione depositata in Consiglio, la cons. Lucia Maestri ha chiesto alla Giunta provinciale di introdurre anche in Trentino, sulla scia di quanto previsto dal decreto 27 giugno 2014, n. 94 predisposto dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, l’apertura e l’ingresso gratuito di tutti i luoghi della cultura provinciali ogni prima domenica del mese.
Trento, 16 gennaio 2015 

continua...


Miorandi e il Mart: "Dare voce a Trento. Città protagoniste"

Miorandi: "Le due città non possono essere esautorate. Propongo un dibattito pubblico con le istituzioni culturali dei due centri per discutere del futuro del museo". Maestri: "Per valutare un museo non limitiamoci al dato dei biglietti, ma soffermiamoci sull'idea stessa di museo a cui si vuole dare forma e collocazione nel panorama culturale nazionale e internazionale".
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 27 dicembre 2014
Leggi l'articolo in pdf1!
Leggi l'articolo in pdf2!

continua...


FINANZIARIA - Ricerca e cultura, il PD sferza il governatore. Masere, la spunta Olivi

Se le opposizioni parlano di un «bilancio elettoralistico e senza strategia» e del «fallimento del modello dellaiano», qualche riflessione critica all’indirizzo di Rossi e del governo provinciale è arrivato ieri dai banchi del Pd, nella prima giornata di dibattito in aula sulla Finanziaria.
"Trentino", 17 dicembre 2014

continua...


MART, la Provincia cambi marcia

Rivelando problemi e fragilità che vanno ben oltre il caso del museo roveretano, l’addio di Cristiana Collu al Mart impone alla politica provinciale una riflessione rigorosa. La gestione infelice di questo delicato momento di passaggio della vita del museo racconta in termini evidenti l’assenza di una chiara idea di futuro per il sistema culturale trentino. Si tratta di una latitanza progettuale grave, che riguarda da vicino una delle realtà più prestigiose e caratterizzanti dell’intero panorama culturale provinciale.
Giulia Robol, "L'Adige", 20 novembre 2014 

continua...