I pro Renzi «Con Matteo per il Paese»

Le primarie del Pd si avvicinano (30 aprile) e gli incontri si fanno più serrati. Ieri sono stati i sostenitori di Matteo Renzi a darsi appuntamento al Bar Pasi a Trento. Una cinquantina di persone tra militanti e curiosi che, all’ora dell’aperitivo, si sono affacciati al dibattito interno al Partito democratico. Volutamente pochi gli interventi dei «big».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 21 aprile  2017

 

Elisa Filippi, un po’ l’emblema dei renziani trentini, ha invitato a vedere le primarie «non come un voto contro qualcuno, contro Orlano, o Emiliano, ma per un rilancio del paese dopo lo stop seguito al risultato del referendum». Per lei, come per tutti i sostenitori dell’ex premier «le primarie sono importanti, ma la vera sfida è quella che verrà dopo, quella che si terrà con gli altri partiti per il governo del paese. L’assessore Luca Zeni, che ha confermato il suo sostegno all’ex premier, ha invitato i cittadini a partecipare «indipendentemente dalla militanza all’interno del partito».

A prendere la parola sono state anche molte persone comuni. Chiara March, agricoltrice dell’associazione «Donne in campo», Walter Rossi, anche lui agricoltore della Val di Non. Della Val di Non anche l’operaio Lino Flaim, uno dei candidati pro Renzi per l’assemblea nazionale. È intervenuto per parlare di lavoro il sindacalista della Cisl Paolo Cagol. In rappresentanza dei professionisti l’architetto Marco Giovanazzi. Giocava in un certo senso fuori casa Giuliano Bosisio, noto gestore del pub Simposio, ma anche lui ha voluto portare al bar Pasi il proprio sostegno alla candidatura di Matteo Renzi.


il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*