#ALA -Pd, Patt e Upt si ricompattano sul nome di Claudio Soini

ALA Centrosinistra riunito per dare nuova linfa ad Ala. Claudio Soini è il candidato sindaco della coalizione Pd - Patt - Upt che per la prima volta si presenta unita alle elezioni di Ala. Soini, di area Upt e assessore uscente ai lavori pubblici ed edilizia agevolata della Comunità della Vallagarina, è stato presentato ieri dai colleghi di partito Gianpiero Passamani e Mauro Gilmozzi, da Mauro Ottobre (Patt) e da Alessio Manica (Pd).
"Trentino", 1 marzo 2015


«La costituzione di una coalizione - ha spiegato Soini - in linea con il governo che da anni guida la Provincia e la Comunità di Valle è un evento felice, cercato e voluto al fine di proporre alla città la concreta possibilità di un governo forte, autorevole, soprattutto unito e coeso con un principale fine da raggiungere: il bene per l'oggi e per il futuro di Ala e di tutte le sue frazioni. Un accordo che mai era stato raggiunto in passato, reso possibile attraverso criteri condivisi d'intenti e di idee, si è lavorato in maniera collegiale per ridare, grazie alla responsabilità di tutti, il giusto peso politico alla città. I principi ispiratori sono la ricollocazione culturale ed economica di Ala, valorizzando il commercio, il turismo, l'istruzione, la sanità e le politiche di lavoro che possano assicurare un futuro alle nuove generazioni. Altro obiettivo primario è quello di valorizzare tutte le componenti del tessuto sociale che permettano di allargare la partecipazione e avvicinare i cittadini alle istituzioni e alla realtà comunale».
Al di là delle parole di rito le priorità riguardano le gestioni associate dei servizi con i paesi vicini come Avio e il rilancio del centro storico, in questi ultimi tempi in notevole dififcoltà e non solo per colpa della crisi economica: «L'obiettivo - spiega Soini - è attivare nuovi rapporti con i paesi vicini ma anche consolidare quelli già esistenti come quelli con Avio. Parlo delle gestioni associate per l'erogazione dei servizi. Per quanto riguarda la città le priorità sono lo sviluppo culturale e turistico di un centro che si è via via impoverito. Non abbiamo la fortuna di avere vicino le Dolomiti o il lago di Garda, quindi dobbiamo cercare di valorizzare quello che abbiamo, ovvero il centro storico. E' necessario creare eventi culturali organici e di spessore in modo da attirare sempre più persone che possano essere d'impulso anche alle attività economiche. In tal senso è stata importante l'acquisizione di palazzo Pizzini e di palazzo Taddei, il primo ospiterà gli eventi culturali, il secondo il Museo della Seta. A questo punto bisognerà creare un circuito assieme alle altre realtà della seta in Vallagarina come Villa Lagarina, dove è presente il filatoio, e Rovereto. Infine, siamo il secondo polo industriale della Vallagarina e per fortuna ci sono diverse aziende che resistono e danno lavoro a molte persone ma bisogna cercare di dare nuovo impulso anche a questo settore».


il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*