Archivio notizie pagina 16

«Dem, andiamo oltre i simboli. Serve un soggetto più largo»

 Il monito è chiaro: «Basta con le correnti di partito». E così la prospettiva: «Si deve avere l’orgoglio di rivendicare una strada nuova, senza fermarsi ai simboli: puntiamo su una forza più larga, che abbracci tutti i soggetti che condividono la stessa direzione». A due mesi dal congresso del Pd — locale e provinciale — l’ex presidente del consiglio Bruno Dorigatti invita il partito a «uscire dalla fase attuale di sfarinamento e apatia» per riorganizzarsi in vista dei prossimi appuntamenti.M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 17 gennaio 2019

continua...


«Le donne vittime di violenza non hanno colore politico». L’Università: «Parità di genere, che errore»

Non nasconde l’amarezza, Barbara Poggio. Prorettrice alle politiche di equità e diversità dell’Università di Trento, è coordinatrice scientifica del progetto «Educare alla relazione di genere» da qualche settimana nel mirino della giunta Fugatti, che ne ha sospeso l’applicazione.
C. Marsilli, "Corriere del Trentino", 16 gennaio 2019

continua...


#TRENTO - Il Pd: i nostri gettoni ai corsi di italiano per i profughi

I consiglieri del Pd di Ravina Romagnano devolveranno i gettoni di presenza alle sedute del consiglio, per finanziare i corsi di italiano per i richiedenti asilo. Lo ha annunciato la capogruppo Renata Forti durante la seduta di lunedì, spiegando che lei e i colleghi Mara Baldo, Fabio Lazzeri e Angelo Pecile daranno i gettoni, recentemente ripristinati dal consiglio comunale, ad un progetto che sta a cuore a molti trentini.
G. Micheli, "Trentino", 16 gennaio 2019

continua...


COMUNICATO STAMPA, Alessio Manica: "Maxi incidente in Valsugana, cosa c'entra la Valdastico?"

Con riferimento al maxi incidente avvenuto ieri sulla statale della Valsugana, esprimo per prima cosa vicinanza a tutte le persone coinvolte, a cominciare dai feriti, e a tutti coloro che hanno subito disagi. Ciò premesso non riesco però a capire cosa c’entra la Valdastico.
Alessio Manica, 15 gennaio 2019

continua...


COMUNICATO STAMPA Gruppo consiliare PD: "Kaswalder, se il buon governo si vede dal mattino"

E' di una originalità assoluta l’iniziativa estemporanea del Presidente del Consiglio provinciale che, arbitrariamente interpretando i vigenti regolamenti consiliari, prova a bloccare la nomina da parte delle Minoranze di una loro rappresentanza in seno al Consiglio d’Amministrazione del più importante soggetto della ricerca trentina, ovvero la Fondazione “B. Kessler”, nomina peraltro prevista per legge, accampando la scusa che in passato altre nomine furono fatte dal precedente governo del centro sinistra autonomista.
Gruppo Consiliare provinciale PD, 15 gennaio 2019

continua...


Tonini: «Bene la soddisfazione di Fugatti, ma dov'è l'autocritica»?

“Condivido parola per parola il comunicato col quale il presidente Fugatti ha definito la nomina di Giorgio Fracalossi al vertice della neo-costituita Cassa centrale banca, ottavo gruppo bancario italiano, una buona notizia per il Trentino, che accogliamo con soddisfazione ed un pizzico di orgoglio”. Lo afferma il capogruppo provinciale del Pd, Giorgio Tonini.
Trento, 15 gennaio 2019

continua...


Scuola, corsi di relazione di genere. Mobilitazione online: riattivateli

La risposta è stata immediata: in 24 ore, le adesioni virtuali hanno raggiunto e superato quota tremila. Senza fermarsi. Il tema, del resto, è delicato. E sentito: la sospensione dei percorsi di educazione alla relazione di genere nelle scuole trentine, sancita a dicembre dalla giunta provinciale. Uno stop contro il quale, nei giorni scorsi, aveva preso posizione anche la commissione provinciale per le pari opportunità.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 15 gennaio 2019

continua...


Il cattivismo come normalità

Che il political correct fosse ormai desueto l'avevamo capito e tutto sommato un motivo c'era, se veniva usato come paravento per nascondere semplici verità e per impedire che qualcuno dicesse che il Re era nudo. La Rete ha permesso a tutti di accedere a tutte le informazioni , a comunicare con tutti e ad esporre al mondo le proprie opinioni. Una grande rivoluzione, anche se da molti usata per sfogare le proprie frustrazioni piuttosto che per contare di più in un mondo dove la concentrazione del potere e della ricchezza è sempre più ristretta.
R. Pinter, "Trentino", 15 gennaio 2018

continua...


Il Pd cerca di rialzarsi, Andreatta: ''Nostro avversario la cultura leghista''

TRENTO. Quattro incontri sui territori e la conclusione del mini-tour a Trento, con gli iscritti ma anche con qualche alleato o possibile interlocutore. In platea anche il sindaco Alessandro Andreatta, anche il "mitico" Lorenzo Dellai (così l'ha definito presentandolo Giorgio Tonini), l'ex senatore Vittorio Fravezzi in rappresentanza dell'Upt e Paolo Ghezzi di Futura.
Donatello Baldo, "Il Dolomiti", 13 gennaio 2018

continua...


Domani il momento conclusivo degli incontri sul territorio del Gruppo consiliare provinciale

Dopo gli incontri a Rovereto e Riva del Garda dell’8 e del 9 gennaio, incentrati rispettivamente sui temi dell’Economia e del Lavoro e della Viabilità, Infrastrutture e Ambiente, e dopo l’incontro previsto per questa sera a Pergine Valsugana nel quale si parlerà di Scuola, Cultura, Sanità e Welfare, il Gruppo consiliare del Partito democratico del Trentino organizza per domani, sabato 12 gennaio, presso il Centro Santa Chiara di Trento, un evento conclusivo, di restituzione e rielaborazione di quanto emerso nelle tre serate precedenti.

continua...


La “sindrome del caporale boemo”

“Adolf Hitler, un uomo senza qualità, un caporale dell’esercito austroungarico giudicato con scarsa considerazione dai suoi superiori, che in pochi anni è riuscito a costruire un impero che ha proiettato l’umanità nell’incubo peggiore vissuto dalla sua storia ”. Stiamo vivendo una stagione politica che si connota nella storia della nostra giovane Democrazia unicamente per la “lontananza” culturale e valoriale dalle “ispirazioni” che hanno mosso i Padri costituenti nella stesura della nostra Carta costituzionale.
Alessio Zanoni, 9 gennaio 2019

continua...


Mi iscrivo al Partito Democratico nel Trentino, nell'Italia, nell'Europa, nel mondo, di Claudio Forti e di Lassine Diarra

A Claudio Forti dobbiamo essere grati per la franchezza. Di “autentica cultura cristiana”, impegnato nel “recupero dei valori dei nostri padri”, confessa a Vita Trentina, in dissenso da papa Francesco e dal vescovo Lauro,la ragione del suo voto alla Lega: sono superati i “dogmi” del dialogo (fra le religioni) e dell'accoglienza (degli immigrati).
Silvano Bert, 9 gennaio 2019

continua...


La ‘manina’ che ha cancellato 70 milioni alla (leghista) provincia di Trento

In tempi di Finanziaria, ogni politico deve guardarsi dai nemici, ma soprattutto deve diffidare degli amici. Una massima che il presidente della provincia autonoma di Trento, il leghista Maurizio Fugatti, ha appena imparato, a sue spese. O meglio, a spese dell’intera provincia autonoma, che con la manovra gialloverde si è vista sottrarre la bellezza di 70 milioni di euro grazie all’avvento della flat tax.
Andrea Sparaciari, "Businness Insider Italia", 5 gennaio 2019

continua...


Il nuovo numero del giornalino del gruppo PD-PSI del Comune di Trento

Cari concittadini e care concittadine, anche quest'anno abbiamo voluto con alcune informazioni sulle principali iniziative realizzate al governo della città. Negli ultimi 12 mesi si è continuato a investire in opere pubbliche di primaria importanza, privilegiando la formazione (e quindi asili nido e scuole) e le riqualificazioni di spazi urbani (Atesina, Santa Chiara e Italcementi). Particolare attenzione l'abbiamo dedicata allo sport, con la nuova piscina e il miglioramento dei tanti impianti presenti sul tutto il territorio. Lo spirito che ci guida è rappresentato da questo verso di Leonard Cohen: "C'è una crepa in ogni cosa, è così che entra la luce".
LEGGI IL GIORNALINO IN PDF!

continua...


"Trentino a rischio isolamento. Serve un nuovo patto civico"

Lo sguardo è concentrato sulle questioni che in questi giorni stanno infiammando il dibattito politico: i tagli all'accoglienza e alla cooperazione internazionale, così come le dimissioni di Ezio Facchin da commissario straordinario del corridoio del Brennero. Ma la visione è più larga. E guarda inevitabilmente al percorso che il centrosinistra - e il PD - dovrà costruire nella nuova e inedita "veste" di opposizione.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 4 gennaio 2019

continua...


pg. 16 di 445