Archivio notizie pagina 29

Congedo di paternità, quasi 3.000 in un anno

Una piccola ma significativa rivoluzione, forse fermata sul nascere. Nel testo della manovra di bilancio 2019, al momento non c’è traccia del rinnovo del congedo obbligatorio per i neo papà, introdotto nel 2013 con la riforma del lavoro firma Fornero.
C. Marsilli, "Corriere del Trentino", 20 novembre 2018

continua...


Trento premiata per lavoro e ambiente

Bolzano e Trento regine della qualità della vita, terzo posto a Belluno. La classifica, che nelle prime posizioni replica i risultati dello scorso anno, è stata realizzata da ItaliaOggi Sette. Nel nord est si evidenzia una tendenza ormai consolidata: nei piccoli e medi centri si vive meglio. Nove le dimensioni di analisi dello studio: affari, lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero e tenore di vita.
"Trentino", 20 novembre 2018

continua...


L'appello di Mattarella per la libertà di stampa

Sergio Mattarella, a Merano, ha parlato di libertà di stampa e di Europa. Alla cerimonia per i 130 anni del gruppo editoriale Athesia, il presidente della Repubblica ha ricordato il radicamento costituzionale di principi come la libertà di stampa e la tutela delle minoranze linguistiche, ma ha anche elevato il rapporto fra questi due valori a tesoro fondamentale per il processo di sviluppo europeo, che è il «nostro comune futuro».
P. Mantonvan, "Trentino", 20 novembre 2018

continua...


#TRENTO - Ieri il vertice di maggioranza senza gli autonomisti. Prg, ex Atesina e polo culturale le priorità

 Alessandro Andreatta preferisce affrontare subito la spina nel fianco. «Dispiace che il Patt abbia deciso di non partecipare» sottolinea il primo cittadino del capoluogo al termine del primo vertice di maggioranza post-rimpasto, che ieri ha richiamato a Palazzo Thun tutte le forze della coalizione tranne gli autonomisti (assessori compresi) e l’upitino Massimo Ducati.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 18 novembre 2018

continua...


Il centrosinistra autonomista ora ritrovi l’umiltà. Solo così potrà tornare a rappresentare i cittadini

Con sentimenti contrastanti ho preso atto delle più recenti posizioni scaturite dal dibattito, faticosamente avviatosi in questi giorni dentro il Partito democratico e mi permetto solo alcune rapide osservazioni.
Bruno Dorigatti, "Corriere del Trentino", 17 novembre 2018

continua...


«La rivoluzione è già finita. Il nuovo governo ammette che abbiamo lavorato bene»

«Vedo che anche Borga assicura che non ci saranno rivoluzioni, come già aveva anticipato Fugatti in campagna elettorale. Alla fine, il nuovo governo non poteva non ammettere che il Trentino poggia su solide basi: ora spetterà a loro dimostrare di saperlo governare. Staremo a vedere se saranno in grado di mantenere lo standard di qualità che abbiamo raggiunto noi». Alessandro Olivi lancia la sfida al centrodestra.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 16 novembre 2018

continua...


Battiston: «Il mio allontanamento una brutta pagina»

 Seduto in platea, un po’ defilato, all’inaugurazione dell’anno accademico c’era anche Roberto Battiston, a cui il ministro dell’istruzione Marco Bussetti ha recentemente revocato la presidenza dell’Agenzia spaziale italiana, dando origine, fra le molte reazioni, anche a una petizione online che chiede il suo reintegro e ha raggiunto quasi ventimila firme.
E. Ferro, "Corriere del Trentino", 15 novembre 2018

continua...


Monito di Tonini: "Il Carroccio non occupi i ruoli di garanzia"

Questi eccessi di voglia nell'occupazione di poltrone non sono mai portatori di buoni risultati, perché introducono nelle coalizioni il germe del risentimento e delle frustrazioni. Spero in un'opposizione costruttiva e responsabile, un'opposizione di merito e non pregiudiziale
"Corriere del Trentino", 14 novembre 2018
Leggi l'articolo in pdf!

continua...


«Superare il simbolo Pd» l’idea di Pacher piace. Congresso, forcing di Muzio

Alla prossima assemblea, probabilmente lunedì 19, il segretario del Pd si presenterà con la proposta di avviare il percorso congressuale e di farlo coincidere con quello nazionale. Così si è espresso ieri sera il coordinamento. Non è scontato che così si pronuncerà anche l’assemblea. Intanto, si discute della proposta di Alberto Pacher: andare oltre il simbolo del Pd (Corriere del Trentino di domenica, ndr).
"Corriere del Trentino", 13 novembre 2018

continua...


#TRENTO - Serra: «Apriamo al M5S in vista del 2020»

Le critiche al rimpasto del sindaco Andreatta che ha ceduto due assessorati ai consiglieri di Futura, sacrificandone uno del Cantiere e uno del Pd, non si fermano. E mentre l'ex governatore Ugo Rossi ribadisce che l'alleanza di centrosinistra è morta e dal Cantiere arrivano bordate per avere umiliato il centro, il capogruppo del Pd in consiglio comunale Paolo Serra è fiducioso: «Bisogna ritrovare motivazioni ed argomenti per arrivare a dei risultati concreti in questo ultimo anno e mezzo di consiliatura.
"Trentino", 11 novembre 2018

continua...


«Pd, via il nome: ora un soggetto nuovo»

«Oggi essere il Pd del Trentino non è sufficiente». Alberto Pacher parte da qui: in vista di un congresso «che mi auguro sia convocato in tempi brevi e sia scollegato da quello nazionale», l’ex vicepresidente della Provincia disegna i contorni di un soggetto nuovo. Che tenga conto dell’annus horribilis in via di conclusione e che punti a «recuperare quell’area di opinione che oggi non è più con noi».
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 11 novembre 2018

continua...


#TRENTO - «Rimpasto, nessun retropensiero: voglio l’unità»

 Alessandro Andreatta proprio non ci sta. Sentirsi definire «uomo solo al comando» — una critica che gli è stata mossa da più parti dopo il contestato rimpasto di giunta — lo ha amareggiato. «Non è vero che non ho sentito nessuno per il nuovo assetto della giunta» spiega il sindaco del capoluogo.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 10 novembre 2018

continua...


«Consiglio, la presidenza alle minoranze»

 «La Lega mi pare soffrire un po’ di bulimia». Giorgio Tonini si mostra in sintonia con Paolo Ghezzi sul tema del governo ombra e attacca il Carroccio: «La maggioranza dei trentini ha votato per i partiti di opposizione, non capisco perché la Lega consideri già propria anche la presidenza del consiglio».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 9 novembre 2018

continua...


La crisi di Palazzo Thun - Gilmozzi: stiamo uniti

Dagli assessori Italo Gilmozzi e Chiara Maule arriva un appello all’unità nella giunta comunale di Trento. «La buona amministrazione dipende dalla nostra compattezza. Il sindaco torni a far sentire i centristi a casa» chiede Gilmozzi. Per Maule, la maggioranza deve porsi come alternativa alla Lega, ma «non c’è pericolo di un’agenda al ribasso».
E. Ferro, "Corriere del Trentino", 9 novembre 2018

continua...


Il Trentino «speciale» ha bisogno di un Pd «speciale»

Fin dalla sua fase costitutiva il dibattito intorno al Pd del Trentino è ruotato attorno alla necessità di darsi una prospettiva territoriale. In molti, in questi anni, hanno ritenuto che ciò fosse necessario per dare stabilità politica alla coalizione di centrosinistra autonomista. 
Cristina Frassoni, "Corriere del Trentino", 9 novembre 2018

continua...


pg. 29 di 454