news nazionali pagina 4

Andreatta: la democrazia è stata delegittimata

 È stato il primo 2 giugno dai colori giallo-verde e mai come quest’anno la politica ha fatto sentire il peso della sua presenza. Il più duro, dal palco di piazza Duomo, davanti alle rappresentanze militari e a una folla pronta a celebrare il 72° anniversario della Repubblica italiana, è stato il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta: «Poche volte il compleanno della Repubblica è stato festeggiato in un clima politico così conflittuale. Mai la democrazia rappresentativa è stata così delegittimata.
S. Pagliuca, "Corriere del Trentino", 3 giugno 2018

continua...


#FestivalEconomia2018 - Boeri a Conte: «Welfare, copiate il Trentino»

In occasione dell’anniversario dei 120 anni dalla fondazione dell’INPS e in concomitanza con il Festival dell’Economia, questo pomeriggio, presso il Centro Europa di Trento, si sono confrontati Tito Boeri , Presidente dell’Istituto nonché Direttore scientifico del Festival, il vicepresidente e Assessore allo Sviluppo Economico e Lavoro della Provincia autonoma di Trento Alessandro Olivi, e il Direttore della sede Inps del Trentino Marco Zanotelli.
Ufficio Stampa Provincia, 1 giugno 2018

continua...


Il nostro grazie a Mattarella

Mattarella è uscito sorridente a salutare e ringraziare i giornalisti. Immagino che il presidente andrà a dormire sereno questa sera. Ha fatto un capolavoro. Con la pazienza e la lucidità di un artificiere, ha disinnescato una bomba che avrebbe potuto risultare disastrosa per l’Italia e per l’Europa.
Giorgio Tonini, 31 maggio 2018

continua...


Tutelare la sovranità dell’Italia significa rafforzare il suo peso in Europa, non uscirne

Dall’insegnante all’operaio, dall’autotrasportatore all’albergatore, dall’imprenditore all’agricoltore, non vi è categoria della società che non abbia “convenienza” nell’appartenenza all’Unione Europea.
Elisa Filippi, "Democratica", 30 maggio 2018

continua...


#IOSTOCONMATTARELLA, in tanti a Trento in piazza. Si chiude con l'inno di Mameli e Bella Ciao

Quasi 400 persone e tante associazioni e gruppi politici hanno deciso di partecipare alla manifestazione indetta solo poche ore prima. Oltre al sostegno simbolico al Capo della Stato, si è voluto ribadire i concetti di autonomia, Europa e si sono toccati temi importanti come il lavoro e l'economia.
C. Patruno, "Il Dolomiti", 30 maggio 2018

continua...


#IOSTOCONMATTARELLA, oggi alle 18 la mobilitazione davanti al Commissariato del Governo

I gravi fatti a cui stiamo assistendo in questi giorni e in queste ore richiedono una presa di posizione consapevole ed una mobilitazione attiva e diffusa.
E’ in atto un grave attacco alle Istituzioni e in particolare alla persona del Presidente della Repubblica, e dunque alla Costituzione, allo Stato e alla stessa unità nazionale.
Trento, 29 maggio 2018

continua...


«L’uscita dall’Europa? Un suicidio»

«L’uscita dall’Europa e dall’euro, per l’Italia, sarebbe un suicidio». Giorgio Tonini è quasi incredulo: «Non capisco — spiega l’esponente del Pd, ex presidente della commissione Bilancio del Senato — come si possa pensare il contrario».
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 29 maggio 2018

continua...


Il Pd: noi con Mattarella, Lega e Cinque Stelle contro l’Italia

Le inaudite parole di Salvini e Di Maio sono gravissime e irresponsabili. Dopo 80 giorni i presunti e autoproclamatisi vincitori delle elezioni invece di ammettere il loro fallimento attaccano il Presidente della Repubblica che ha semplicemente applicato la Costituzione. È evidente che si tratta di una infima scusa per evitare di assumersi le proprie responsabilità. Anzi sorge il sospetto che la loro vera intenzione fosse fin dall’inizio di non prendersi il compito di formare un governo.
Aprono un conflitto istituzionale senza precedenti per nascondere le loro debolezze. È un fatto gravissimo. Il Pd esprime la sua più convinta vicinanza al Presidente Mattarella e conferma il suo impegno per l’Italia a difesa degli interessi dei cittadini.

Maurizio Martina, Matteo Orfini, Graziano Delrio, Andrea Marcucci, Lorenzo Guerini

continua...