referendum costituzionale pagina 5

“Lo scontro nel PD è tra democrazia dell’alternanza e democrazia consociativa”. Intervista a Giorgio Tonini

TONINI: "L’identità di un partito, ama dire Alfredo Reichlin, è data dalla sua funzione. La funzione del Pd è stata in questi anni ed è oggi più che mai, quella di guidare l’Italia sulla base di una strategia riformista e democratica, unica alternativa di speranza alle suggestioni populiste e talvolta reazionarie che la più grave crisi economica e sociale del nostro tempo ha fatto sgorgare dal corpo provato e spossato del paese."
http://confini.blog.rainews.it/, 14 ottobre 2016

continua...


«Referendum, voto sì. Questa oggi è l’unica riforma possibile»

«Non è una riforma perfetta ma è l’unica possibile oggi. Il meglio che non c’è è nemico del bene che c’è». Il sindaco di Trento Alessandro Andreatta spiega così il suo sì al referendum sulla riforma costituzionale che già gli ha tirato addosso critiche da una parte delle opposizioni in consiglio comunale (M5S e L’Altra Trento a sinistra). 
C. Bert, "Trentino", 13 ottobre 2016

continua...


Referendum, sinistra Pd divisa - Pinter: difficile entusiasmarsi. Mosaner: limiti, ma va sostenuta

Il voto al referendum per la riforma costituzionale divide tanto il Partito democratico nazionale quanto quello Trentino. All’indomani della presa di posizione da parte di Pierluigi Bersani, il quale ha dichiarato dalle pagine del Corriere della Sera che il prossimo 4 dicembre voterà «no», il Pd trentino riflette sulle prospettive che ruotano intorno alle urne.
A. Rossi Tonon, "Corriere del Trentino", 11 ottobre 2016

continua...


#AUTONOMIA, firmato in Friuli il manifesto delle Speciali nella “Carta di Udine”

“Le autonomie speciali non hanno nulla da temere dalla riforma costituzionale, anzi: è una grande occasione per aggiornare i loro statuti ai mutamenti economici e sociali nel frattempo intervenuti”. Lo ha detto il governatore del Trentino, Ugo Rossi, a margine del confronto organizzato a Udine dalla presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani ed al quale hanno partecipato il ministro per gli affari regionali, Enrico Costa, il presidente altoatesino Arno Kompatscher, l’assessore Gianmario De Muro delegato del presidente Pigliaru.
La Voce del Nordest online, 9 ottobre 2016

continua...


Il centrosinistra si unisce sul «sì» al referendum

Non c’erano i Verdi, che al referendum costituzionale del 4 dicembre sono schierati per il no. E ieri al vertice del centrosinistra autonomista non si sono fatti vedere nemmeno le voci «critiche», come il consigliere provinciale del Patt Walter Kaswalder e il presidente del consiglio provinciale Bruno Dorigatti del Pd (che da tempo ha fatto sapere la sua contrarietà alla riforma Boschi, ma che non farà campagna per il no).
"Trentino", 2 ottobre 2016

continua...


La mia settimana a Roma: riforma costituzionale e valorizzazione dei piccoli comuni

Questa settimana il Consiglio dei Ministri ha stabilito che la data in cui si terrà il referendum sulla riforma costituzionale sarà domenica 4 dicembre.
Di qui all'inizio di dicembre saremo dunque impegnati in un dialogo con tutto il Paese per spiegare ai cittadini la scelta fatta dal Parlamento dopo un lavoro di molti mesi.
Michele Nicoletti, 30 settembre 2016

continua...


Riforma costituzionale: appunti per un sì

“La Costituzione sarà gradualmente perfezionata e resterà la base definitiva della vita costituzionale italiana. Noi stessi, e i nostri figli, rimedieremo alle lacune e ai difetti che esistono, e sono inevitabili”: così si era espresso il 6 febbraio 1947 Meuccio Ruini, Presidente della Commissione dei 75, nel presentare all’Assemblea Costituente la bozza di Costituzione elaborata dalla Commissione stessa.
Donata Borgonovo Re, 28 settembre 2016

continua...


La mia settimana a Roma

In queste settimane è in corso un ampio e acceso dibattito tra le forze politiche sulla legge elettorale approvata lo scorso anno dal Parlamento (cosiddetto Italicum) e sulle possibili ipotesi di riforma. Su questo tema sono state presentate diverse mozioni (tutte respinte) con le quali i partiti di opposizione hanno chiesto una nuova legge elettorale.
Michele Nicoletti, 23 settembre 2016

continua...