ambiente pagina 8

Intervista ad ALESSANDRO ANDREATTA - Trento Nord: «Non decide la Provincia»

«L'assessore Daldoss si è allargato un po' troppo, forse ha nostalgia del suo essere stato sindaco per tre, quattro consigliature». Il sindaco di Trento Alessandro Andreatta misura le parole, prudente. Calibra gli aggettivi. Ma replica deciso. Lo fa perché l'intervista rilasciata a l'Adige dall'assessore all'urbanistica della Provincia, con la sua proposta di realizzare un parco pubblico sulle aree inquinate di Trento Nord ed altre aree verdi sui siti dismessi e degradati, per dare da subito una risposta al bisogno di vivibilità, «sanare le ferite e renderle fruibili», lo ha spiazzato.
D. Sartori, "L'Adige", 23 ottobre 2015

continua...


#Digasull'Adige - Maffei: «Non metterò il paese in dialisi per 25 anni»

Giovedì incontro pubblico sulla proposta di Aquafil. Maffei: «Non possiamo essere d'accordo con quest'opera sarebbe come mettere il paese di Nomi in dialisi per 25 anni». Accanto a lui un fronte di sette Comuni (Oltre a Nomi, Pomarolo, Volano, Besenello, Calliano, Villa Lagarina, Nogaredo e Aldeno), pronti ad elaborare una strategia comune e ribadire la propria contrarietà al progetto di Aquafil che, con la realizzazione della traversa idroelettrica sull'Adige, otterrebbe grossi benefici in termini economici.
"L'Adige", 15 ottobre 2015

continua...


NOI SIAMO TRENTO, al via le iniziative per una città più pulita

La pulizia e la manutenzione di un'intera città non possono che essere un lavoro di squadra. E ogni squadra che si rispetti deve avere un capitano. Non a caso la grande sfida collettiva per una Trento più bella e ordinata, che prende avvio ufficialmente oggi, ha come testimonial Toto, ovvero Andres Pablo Forray, il playmaker diventato il simbolo della Dolomiti Energia Trentino, una squadra da sempre attenta non solo ai punti e alla classifica, ma anche agli aspetti sociali dello sport.
Ufficio Stampa Comune di Trento, 24 settembre 2015

continua...


Pesticidi e salute, Zeni chiede l’«aiuto» di Roma

Come per le emissioni delle Acciaierie di Borgo, anche per i pesticidi sarà l’Istituto superiore di sanità a garantire massima autorevolezza e trasparenza agli studi sull’impatto dei fitofarmaci sulla salute. L’assessore provinciale alla sanità Luca Zeni annuncia che chiederà il coinvolgimento dell’Iss come prova della volontà della Provincia «di muoversi nel modo più serio possibile».
C. Bert, "Trentino", 23 settembre 2015

continua...


Centrale Aquafil sull'Adige, "crescono i Comuni contrari"

Rinaldo Maffei: "Negli anni scorsi la mia voce contraria all'opera era isolata: Pomarolo aveva detto sì, Volano "nì" e Calliano non si era espresso. Adesso invece, dopo le elezioni, oltre a Nomi c'è un "no" netto da parte di Pomarolo, Volano, Calliano, Besenello e Villa Lagarina, oltre a quello della stessa comunità di valle della Vallagarina. Adesso si fa sul serio, ma lo schieramento è più compatto". Michele Nardelli, primo firmatario della mozione che in consiglio aveva bloccato l'opera: "E' vero che la mozione dura quanto la consiliatura, ma per un'amministrazione dello stesso segno politico dovrebbe valere come indirizzo politico".
E. Orfano, "Corriere del Trentino", 11 settembre 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


#VALDASTICO - Il Pd a Rossi: «Non si tratta sull'A31»

Ok sedersi al tavolo, ma a Veneto e a Roma, occorre dire che il Trentino è contrario da sempre alla Valdastico Nord e che non si deve cedere neppure se vengono concesse delle contropartite al Trentino. Il Pd del Trentino, nel coordinamento che ieri sera ha incontrato il presidente della giunta Ugo Rossi e l'assessore Mauro Gilmozzi, sul tema Valdastico ha chiesto di dire un no secco e di modificare in parte il documento approvato solo ieri in mattinata, in cui, secondo il Pd, si fa capire esplicitamente di essere disponibili ad accettare la Valdastico nord a patto di ricevere delle contropartite in cambio. 
A. Conte, "L'Adige", 1 settembre 2015

continua...


Aumentano gli sgravi per chi recupera aree dismesse

Riqualificazione delle strutture dismesse e risparmio dell'uso del suolo sono principi che, in coerenza con le previsioni della nuova legge urbanistica, riguardano anche il settore del commercio. Approvata ieri in via preliminare una delibera del vicepresidente Olivi che potrebbe portare ad uno sbocco della situazione favorendo l'insediamento di nuove realtà: "Così eviteremo l'espansione dei confini delle città".
"Trentino", 25 agosto 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


Il gruppo del Pd: soddisfazione per l'approvazione della legge per il governo del territorio

È stata approvata oggi dal Consiglio provinciale di Trento la nuova legge per il governo del territorio, una normativa che il capogruppo Alessio Manica ha definito “uno degli interventi di riforma più importanti della legislatura in corso: in senso tecnico, perché interviene in maniera complessiva sulla normativa urbanistica sostituendo quasi completamente la Legge 1/2008; in senso materiale, vista l’indiscutibile corposità delle norme che contiene; e in senso politico, perché apre ad innovazioni importanti e significative”.
Trento, 22 luglio 2015

continua...