ambiente pagina 6

«Parco, marchio di valore aggiunto»

«Il programma steso per l'ottenimento della Carta europea del turismo sostenibile è anche un po' il mio programma di mandato, nel senso che c'è una serie di progetti, emersi dai forum e dai focus group, condivisi con gli operatori e con il territorio, e la struttura si sta impegnando per la realizzazione». Giacobbe Zortea, confermato alla presidenza del Parco Paneveggio Pale di San Martino, «riparte» dalla Cets, lo strumento di collaborazione fra i vari attori per un piano d'azione per lo sviluppo turistico sostenibile, illustrando il suo mandato.
"L'Adige", 28 novembre 2015

continua...


Dopo Expo: colpaccio per la «Mach»

Dice, Sara Ferrari, assessora all'università e alla ricerca, che è «una stupenda occasione». Per la Fondazione Edmund Mach (FEM), ma per l'intero sistema della ricerca trentino. La «stupenda occasione» è l'annunciata partecipazione della «Mach» ad Human Technopole, Italy 2040, il progetto che il presidente del Consiglio Matteo Renzi presenterà oggi a Milano per il dopo Expo.
D. Sartori, "L'Adige", 10 novembre 2015

continua...


Volano, Nomi e Pomarolo uniti contro il progetto delle dighe

Sarà un consiglio comunale tutto dedicato alle dighe, quello di giovedì prossimo a Volano. L'amministrazione presenterà un documento in cui dirà il suo netto "no" al progetto di una centrale idroelettrica sul fiume. E lo stesso faranno tutti i Comuni della zona: quelli direttamente interessati (Nomi e Pomarolo) e quelli limitrofi, mentre la Comunità di Valle porterà e presumibilmente approverà un ordine del giorno del tenore analogo.
"Trentino", 29 ottobre 2015

continua...


Centrale Aquafil, la valle insorge. In 300 all’assemblea pubblica

Trento Il progetto di una centrale idroelettrica ad acqua fluente sull’Adige nei comuni di Pomarolo e Volano (per quanto riguarda le opere di sbarramento e produzione) e di Mori (per il riflusso delle acque) non convince. Giovedì sera un coro di circa 300 «no» si è sollevato in risposta alla presentazione proposta dall’azienda nel corso dell’assemblea pubblica organizzata al teatro di Pomarolo come previsto dall’iter della valutazione di impatto ambientale (Via).
M. Romagnoli, "Corriere del Trentino", 24 ottobre 2015

continua...


Intervista ad ALESSANDRO ANDREATTA - Trento Nord: «Non decide la Provincia»

«L'assessore Daldoss si è allargato un po' troppo, forse ha nostalgia del suo essere stato sindaco per tre, quattro consigliature». Il sindaco di Trento Alessandro Andreatta misura le parole, prudente. Calibra gli aggettivi. Ma replica deciso. Lo fa perché l'intervista rilasciata a l'Adige dall'assessore all'urbanistica della Provincia, con la sua proposta di realizzare un parco pubblico sulle aree inquinate di Trento Nord ed altre aree verdi sui siti dismessi e degradati, per dare da subito una risposta al bisogno di vivibilità, «sanare le ferite e renderle fruibili», lo ha spiazzato.
D. Sartori, "L'Adige", 23 ottobre 2015

continua...


#Digasull'Adige - Maffei: «Non metterò il paese in dialisi per 25 anni»

Giovedì incontro pubblico sulla proposta di Aquafil. Maffei: «Non possiamo essere d'accordo con quest'opera sarebbe come mettere il paese di Nomi in dialisi per 25 anni». Accanto a lui un fronte di sette Comuni (Oltre a Nomi, Pomarolo, Volano, Besenello, Calliano, Villa Lagarina, Nogaredo e Aldeno), pronti ad elaborare una strategia comune e ribadire la propria contrarietà al progetto di Aquafil che, con la realizzazione della traversa idroelettrica sull'Adige, otterrebbe grossi benefici in termini economici.
"L'Adige", 15 ottobre 2015

continua...


NOI SIAMO TRENTO, al via le iniziative per una città più pulita

La pulizia e la manutenzione di un'intera città non possono che essere un lavoro di squadra. E ogni squadra che si rispetti deve avere un capitano. Non a caso la grande sfida collettiva per una Trento più bella e ordinata, che prende avvio ufficialmente oggi, ha come testimonial Toto, ovvero Andres Pablo Forray, il playmaker diventato il simbolo della Dolomiti Energia Trentino, una squadra da sempre attenta non solo ai punti e alla classifica, ma anche agli aspetti sociali dello sport.
Ufficio Stampa Comune di Trento, 24 settembre 2015

continua...


Pesticidi e salute, Zeni chiede l’«aiuto» di Roma

Come per le emissioni delle Acciaierie di Borgo, anche per i pesticidi sarà l’Istituto superiore di sanità a garantire massima autorevolezza e trasparenza agli studi sull’impatto dei fitofarmaci sulla salute. L’assessore provinciale alla sanità Luca Zeni annuncia che chiederà il coinvolgimento dell’Iss come prova della volontà della Provincia «di muoversi nel modo più serio possibile».
C. Bert, "Trentino", 23 settembre 2015

continua...