Nazionali pagina 7

Intervista a ELISA FILIPPI - «Profughi, i timori dei trentini vanno compresi»

Per chi le vuole bene, dentro il Pd, è una fedelissima di Matteo Renzi. Per chi non la ama, sempre all'intero dei Dem, è una fedelissima di Matteo Renzi. Tant'è: la roveretana Elisa Filippi, si candida, proprio come accadde 5 anni fa, sul listino regionale bloccato alla Camera, da capolista stavolta.
G. Tessari, "Trentino", 8 febbraio 2018

continua...


Inclusione sociale, coalizioni distanti: «Fallimentare». «Va governata»

Le sollecitazioni sono state parecchie. E precise: in vista delle elezioni del 4 marzo, gli operatori sociali hanno incalzato i candidati su inclusione sociale, contrasto alle povertà, immigrazione (Corriere del Trentino di ieri). Invitando a non «creare guerre fra poveri» e chiedendo misure per favorire il lavoro, per affrontare il tema delle disuguaglianze e per governare il fenomeno migratorio. Richieste che gli esponenti trentini dei vari schieramenti hanno raccolto. Disegnando risposte e prospettive differenti.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 8 febbraio 2018

continua...


Nicoletti e Franzoia: «Noi di sinistra»

Trenta giorni di campagna elettorale. Trenta giorni per convincere gli italiani a votare — obiettivo non scontato negli anni dell’astensionismo — e a farlo a vantaggio della coalizione «che fonda la sua ragion d’essere sulla condivisione di un’idea di comunità autonoma e su valori comuni che vanno oltre la stagione politica contingente». Ma anche la stagione appena conclusa, in cui il centrosinistra autonomista ha rappresentato a Roma le istanze del Trentino, in stretti rapporti con l’Alto Adige, servirà da traino per guadagnare voti.
"Corriere del Trentino", 4 febbraio 2018

continua...


Rossi e Andreatta spingono la coalizione

La location: il Muse, una delle scommesse più riuscite dell'amministrazione della Provincia e della città. Lo speaker della manifestazione: il governatore Ugo Rossi, nel ruolo sì di garante ma anche in quello, insolito, di moderatore. Il tutto per la presentazione della squadra che il centrosinistra ha messo in campo per le prossime politiche.
G. Tessari, "Corriere del Trentino", 4 febbraio 2018

continua...


La precarietà dei giovani. Sinistra radicale e 5 stelle«Abolire il Jobs Act». Il Pd: no, i risultati arrivano

 I giovani. A ben vedere, forse non esiste un fascicolo più urgente sul tavolo della politica italiana: precari, se non disoccupati, incapaci di sottoscrivere un mutuo o pensare a una famiglia, disillusi dalla politica. Spesso, come nelle interviste di domenica sul Corriere del Trentino, anche consapevolmente autocritici. Quali i messaggi che arrivano da i candidati più giovani? Un filo comune accomuna opposizioni tra loro assai diverse: l’abolizione del Jobs Act.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 6 febbraio 2018

continua...


«A chi vuole solo abolire preferisco le idee»

«Fra i candidati, a chi promette solo di abolire, preferisco chi pensa in evoluzione e ha delle idee di miglioramento». Così ieri il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, ospite dell’assemblea di Cia Agricoltura al PalaRotari. Poletti non si ricandida alle prossime elezioni politiche, ma lancia un’idea per dare una mano al futuro del comparto agricolo: «Chi coltiva preserva il territorio e contribuisce alla sua bellezza, elemento cardine per il turismo. Questo contributo dovrebbe essere riconosciuto, in termini fiscali e previdenziali».
E. Orfano, "Corriere del Trentino", 4 febbraio 2018

continua...


Tonini: «L’en plein è possibile. La mia deroga? Ero una riserva»

Il senatore uscente Tonini benedice la squadra in campo per le elezioni: «Perfetta la coppia Dellai — Stenico». E rispetto alla sua possibile deroga, chiarisce: «In tanti mi hanno sollecitato, ma io mi sono sempre considerato una riserva». Il futuro? «Rimango a disposizione».
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 31 gennaio 2018

continua...


Mariachiara Franzoia: "Non dite che mi madano i focolarini"

Franzoia, che si sente di dire per essere stata scelta come candidata parlamentare della città per il centrosinistra?«Sono naturalmente onorata della richiesta che mi ha fatto il partito. Non sono andata io a cercarmi questo ruolo: al di là della scelta personale c'è un progetto politico. Io ho dato fiducia al comitato ed il lavoro non facile che ha svolto questo comitato è stato quello di trovare la sintesi con le diverse belle persone che c'erano. Non sono mai entrata in questa fase. Mi rendo conto che si tratta di fare un bel salto: lo affronto con un certo timore ma voglio metterci entusiasmo e passione».
"Trentino", 31 gennaio 2017

continua...