Rovereto pagina 9

Bozzarelli presenta la sua squadra di candidati lagarini

Alessio Manica, ex sindaco di Villa e capogruppo del Pd in consiglio provinciale, guida la lista lagarina per Elisabetta Bozzarelli alle primarie del Pd del 29 maggio. Le primarie per l'elezione del nuovo segretario del Partito Democratico trentino si basano su collegi, ed in Vallagarina è Manica il capogruppo, a favore della candidata giovane e alternativa Bozzarelli.
"Trentino", 14 maggio 2016

continua...


#ROVERETO - «Valduga ha dilapidato il tesoro scaccia-crisi»

«Ma quale manovra antincongiunturale! Quella della giunta Valduga è una mossa senza senso. Il sindaco e gli assessori si sono trovati tra le mani un tesoro e l'hanno sperperato. Non è coprendo qualche buca sull'asfalto che si batte la crisi: servono interventi di ampio respiro, in grado di dare un'idea di città e di lasciare qualcosa si strutturale, che duri».
N. Guarnieri, "L'Adige", 17 aprile 2016

continua...


Intervista ad ALESSANDRO OLIVI - «Il mio partito non deve fare la corte ai civici. Semmai rispondere a chi è convinto che ci sia bisogno di partiti più inclusivi»

La viabilità di Rovereto? «Entro questa legislatura saranno individuate le soluzioni». L'ospedale? «Dev'essere un centro di primo livello». La meccatronica? «Non è un cantiere edile, ma un progetto in divenire, che va riempito di contenuti. Non è un progetto della Provincia, ma della città». Ad una settimana dalla firma del protocollo d'intesa tra Comune e giunta provinciale, il vicepesidente Alessandro Olivi torna su uno snodo importante sul fronte amministrativo e politico.
C. Zomer, "L'Adige", 15 febbraio 2016

continua...


#ROVERETO - Via Tartarotti, coro di no alla riapertura

In largo Foibe, all’ombra del gazebo del Pd, che ha organizzato anche una raccolta di firme prende forma la protesta contro il provvedimento della giunta Valduga di riaprire al traffico la parte di via Tartarotti prima interdetta alle auto: gli aggettivi che ricorrono con più frequenza sono anacronistico, contraddittorio, impopolare.
"Trentino", 7 febbraio 2016

continua...


«Salvini non ha il senso della misura»

Arrivano da Fabiano Lorandi solidarietà e stima all’ex capogruppo consiliare del Pd Paolo Mirandola querelato (e rinviato a giudizio) dal leader leghista Matteo Salvini per le sue dichiarazioni in consiglio comunale (come riportato ieri dal Trentino). L’ex segretario dem sottolinea «l’intelligenza politica e correttezza nei confronti degli avversari» di Mirandola e si stupisce che Salvini si sia preoccupato di querelare il legale roveretano.
"Trentino", 3 febbraio 2016

continua...


#ROVERETO - Robol: la Ztl flessibile è soltanto un bluff

La riapertura di via Tartarotti? Non solo è una scelta incomprensibile, ma è anche un bluff. Perché inventarsi la zona a traffico limitato significa in realtà voler far tornare le auto. A sostenerlo è l’ex assessore Giulia Robol che aveva fortemente voluto quel piano della mobilità approvato dall’amministrazione Miorandi.
G. Rudari, "Trentino", 29 gennaio 2016

continua...


#ROVERETO - «Bilancio, perché il Pd ha detto no»

«Non c'è una visione di sviluppo della città. Non c'è una prospettiva. Il Pd non poteva votare un testo del genere, che si limita alla narrazione dell'esistente, affidata per lo più ai dirigenti». Archiviata la discussione consiliare del bilancio di previsione 2016 (votato nella notte di sabato 23 gennaio) il gruppo consiliare del Pd, per bocca della sua capogruppo Luisa Filippi, spiega il perché del voto contrario e della «strategia» adottata in Consiglio, senza il ricorso all'ostruzionismo.
"L'Adige", 25 gennaio 2016

continua...


#ROVERETO - Il Pd contro le scelte su strade e uffici

Se la giunta Valduga si affanna a insistere con la necessità di una tangenziale, per risolvere i problemi di attraversamento nord sud della città, il Partito democratico va in tutt'altra direzione. In una nota inviata dal segretario Roberto Pallanch a nome del circolo del Pd, i democratici bollano questi sforzi parlando di «opere faraoniche» e portano all'attenzione un dato: Rovereto è il luogo del Trentino dove meno si usano i mezzi pubblici.
"L'Adige", 17 gennaio 2016

continua...