Rovereto pagina 4

«Salvini non ha il senso della misura»

Arrivano da Fabiano Lorandi solidarietà e stima all’ex capogruppo consiliare del Pd Paolo Mirandola querelato (e rinviato a giudizio) dal leader leghista Matteo Salvini per le sue dichiarazioni in consiglio comunale (come riportato ieri dal Trentino). L’ex segretario dem sottolinea «l’intelligenza politica e correttezza nei confronti degli avversari» di Mirandola e si stupisce che Salvini si sia preoccupato di querelare il legale roveretano.
"Trentino", 3 febbraio 2016

continua...


#ROVERETO - Robol: la Ztl flessibile è soltanto un bluff

La riapertura di via Tartarotti? Non solo è una scelta incomprensibile, ma è anche un bluff. Perché inventarsi la zona a traffico limitato significa in realtà voler far tornare le auto. A sostenerlo è l’ex assessore Giulia Robol che aveva fortemente voluto quel piano della mobilità approvato dall’amministrazione Miorandi.
G. Rudari, "Trentino", 29 gennaio 2016

continua...


#ROVERETO - «Bilancio, perché il Pd ha detto no»

«Non c'è una visione di sviluppo della città. Non c'è una prospettiva. Il Pd non poteva votare un testo del genere, che si limita alla narrazione dell'esistente, affidata per lo più ai dirigenti». Archiviata la discussione consiliare del bilancio di previsione 2016 (votato nella notte di sabato 23 gennaio) il gruppo consiliare del Pd, per bocca della sua capogruppo Luisa Filippi, spiega il perché del voto contrario e della «strategia» adottata in Consiglio, senza il ricorso all'ostruzionismo.
"L'Adige", 25 gennaio 2016

continua...


#ROVERETO - Il Pd contro le scelte su strade e uffici

Se la giunta Valduga si affanna a insistere con la necessità di una tangenziale, per risolvere i problemi di attraversamento nord sud della città, il Partito democratico va in tutt'altra direzione. In una nota inviata dal segretario Roberto Pallanch a nome del circolo del Pd, i democratici bollano questi sforzi parlando di «opere faraoniche» e portano all'attenzione un dato: Rovereto è il luogo del Trentino dove meno si usano i mezzi pubblici.
"L'Adige", 17 gennaio 2016

continua...


#ECONOMIA - Progetto Manifattura, entra il colosso Ardian in partnership con i gruppi Tozzi e Margherita

Ad appena due mesi dall’insediamento di RTR, primo produttore in Italia di energia elettrica dal sole, un altro colosso delle energie rinnovabili “prende casa” in Progetto Manifattura, l’incubatore cleantech di Trentino Sviluppo. Si tratta del fondo infrastrutturale Ardian, in partnership con i gruppi Tozzi e Margherita.
Ufficio Stampa Provincia, 23 dicembre 2015

continua...


Conad e Orvea, segno del rilancio di Rovereto

Questo weekend la città di Rovereto vedrà l'inaugurazione di due importanti realtà commerciali: una in zona industriale l'Orvea, l'altra all'Ex stazione autocorriere, il supermercato Conad. Non si tratta semplicemente dell'apertura di due negozi ma di due operazioni di riqualificazione urbanistica, avviate durante la precedente amministrazione.
Giiulia Robol, "L'Adige", 18 dicembre 2015

continua...


«Coltivare l’orto non è una punizione»

Coltivare l'orto non deve essere una punizione: tutti gli studenti devono imparare a farlo, non solo quelli che rischiano la sospensione da scuola. Secondo Luigino Pellegrini, consigliere comunale del Pd nonché responsabile del servizio alcologia ed antifumo del distretto sanitario, la proposta dell'assessore Mauro Previdi - quella di impegnare i ragazzi indisciplinati delle superiori nella coltivazione di orti comunali al Bosco della città - lancia un messaggio fuorviante: lavorare l'orto è una punizione, qualcosa insomma di "degradante".
"Trentino", 15 dicembre 2015

continua...


#ROVERETO - Roberto Pallanch nuovo segretario Pd

Roberto Pallanch, presidente uscente di Amr, è il nuovo segretario del Pd di Rovereto. L'assemblea lo ha eletto ieri sera. Un'assemblea partecipata, con numeri importanti sia a livello dei numeri in sala (154 presenti su 183 iscritti) che della partecipazione: oltre 20 interventi. Ma non si è trattato di un «trionfo». Solo sei i voti che hanno permesso a Pallanch di spuntarla contro l'altro candidato Carlo Fait: 79 a 73 le preferenze finali, più due schede bianche.
M. Pfaender, "L'Adige", 29 novmebre 2015

continua...