Circolo del Partito Democratico del Trentino di Dro

 

segretario di circolo: Paolo Boninsegna boninsegna.paolo@googlemail.com 

http://www.partitodemocraticodro.it/?p=210 

indirizzo e-mail: pd-dro@libero.it   

LINK DEL SITO

PD DRO  

 

2016 - NEWS ED EVENTI DAL CIRCOLO

 

22 APRILE 2016 - ELEZIONE DEL NUOVO SEGRETARIO E DEL DIRETTIVO

 

Nella foto da sinistra verso destra: Donatella Maffei, Angelo Gobbi, Paolo Boninsegna (neo segretario del circolo), Francesca Lenzi, Matteo Chiarani, Mirko Pedrini ed Erino Bombardelli.

 

 

 

 

 

 

ARCHIVIO RASSEGNA STAMPA 

 - DRO Pd, Nuovo Direttivo, Trentino , 17 maggio 2012

 

FOTO DIRETTIVO FONDAZIONE CIRCOLO 2009 

Circolo del Pd di Dro

 

 

CAMPAGNA ELETTORALE COMUNALI 2010

RISULTATI 

 

 

- "Enrico Letta con Fravezzi loda il centrosinistra trentino", L'Adige, 8 maggio 2010

 

 

Circolo di Dro documento n° 0 del Direttivo Dro, aprile 2009

E’ NATO IL DIRETTIVO del Partito Democratico del Trentino di Dro


Prologo

 

 

Le elezioni amministrative del 2005 nel Comune di Dro vedono affermarsi un centro sinistra autonomista, composto da diverse liste ma che va a formare una coalizione politica che lavora anche per esprimere una rappresentanza politica più ampia delle singole identità che la compongono e che fornisce lo sfondo politico in cui ci troviamo ad operare. Dal 2006 al 2008 si svolgono le “primarie” (tre in tutto) che vedono la mobilitazione di persone che, pur facendo riferimento all’area politica del centro sinistra, non avevano mai rivestito ruoli attivi dentro ai singoli partiti che in quest’area si riconoscevano. Prende forma, piano piano, un ampio gruppo sociale, probabilmente molto trasversale, che “rianima” di nuova energia e nuove idee il centro sinistra autonomista di Dro: parallelamente al processo di formazione del PD nazionale anche a Dro, quindi, nasce un confronto, un dialogo con le nuove forme della politica e/o con le nuove forme che la politica vorrebbe assumere. Nel 2008, in occasione delle primarie di giugno, molti di noi hanno dimostrato la voglia di mettersi in gioco all’interno di un contesto complesso ma che forniva la possibilità di un nuovo “contenitore”, capace di accogliere e testimoniare posizioni, esigenze politiche molto ampie, tutte presenti su un generico sfondo di centro sinistra, e che hanno appoggiato il candidato segretario che poi è stato eletto. Ufficialmente a livello provinciale nasce ed inizia ad operare un nuovo gruppo/nucleo di persone: l’Assemblea Costituente Provinciale, poi il Coordinamento Provinciale, il Segretario Provinciale e così via con i lavori!! Sempre nel 2008 con le elezioni provinciali di novembre si ha una conferma che il PD è riuscito a raccogliere una ampia base elettorale diventando il primo partito anche a Dro con 368 voti che rappresentano circa il 18% dell’elettorato droato: un’ampia base elettorale che va a comporre l’ampio schieramento del centro sinistra locale e provinciale. Il processo di formazione dei Circoli del PD trova a Dro un terreno già fertile, vista l’azione di un nucleo in movimento, presente e attivo sul territorio da quasi un anno, interessato a portare il proprio contributo ed in cerca di nuove rappresentanze politiche.

 

Nascita del Circolo di Dro.
La forza del gruppo è stata determinante nella formazione del Circolo, tant’è che la fase preparatoria dell’Assemblea per la costituzione del Circolo di Dro del Partito Democratico del Trentino ha visto una buona partecipazione agli incontri convocati pubblicamente: alle riunioni, infatti, ci si è confrontati apertamente tra i/le presenti. Partecipazione che ha visto la presenza sia del personale politico maggiormente riferibile ad esperienze politiche precedenti sia di nuove persone attive in ambienti socio-culturali della comunità che, se pur di area centro sinistra autonomista, non avevano mai preso parte in modo attivo alla vita politica di un partito. Anche la presenza femminile, se pur in piccoli numeri, è sempre stata costante. Subito inizia a delinearsi quello che diventerà il gruppo di persone disponibili a mettersi in gioco in futuro. Il 21 marzo a Dro, alla Segreteria viene eletta una donna. La componente femminile apporta sensibilità e peculiarità diverse all’interno del Direttivo e del Circolo di Dro e la scelta di una Assemblea, che non doveva ottemperare alcun obbligo di rispetto di genere nella scelta per la Segreteria ma che ha voluto mettersi in gioco fino in fondo sulla questione della differenza, ha voluto specificare il proprio percorso dalla differenza di genere alla differenza di “provenienza” dei percorsi politici che ci hanno portati fin qui.

 

Assemblea fondativa.
L’Assemblea fondativa del Circolo di Dro ha visto una buona partecipazione: 62 i votanti e 22 le iscrizioni al Partito Democratico raccolte la sera del 21 marzo 2009. Considerando, per confronto, il bacino elettorale di Riva del Garda (circa 150 voti all’Assemblea) e quello di Arco (circa 48 voti all’Assemblea), entrambi comuni quattro volte più grandi, i numeri di Dro non sono certo piccoli! L’Assemblea elegge un ampio Direttivo e la Segretario creando un gruppo di 13 persone (5 donne e 8 uomini) chiamati a promuovere, elaborare e sviluppare le attività del Circolo che è organo esecutivo degli indirizzi politici espressi dall’Assemblea del Circolo. Gli uomini e le donne che compongono il Direttivo provengono da percorsi diversi le une dagli altri ma è all’interno del PD che sono approdati, non senza timori e riserve ma con altrettanto entusiasmo e serietà nel PD del Trentino si sono riconosciuti nella necessità di un progetto comune che possa costituire una valida alternativa all’attuale modo di operare. La crisi economica, del lavoro, istituzionale, la valorizzazione del territorio per una progettualità che ponga il territorio come valore al centro del discorso politico, la libertà di espressione e l’autonomia di pensiero saranno il terreno sul quale il neo-eletto Direttivo del Circolo di Dro del Partito Democratico del Trentino concentrerà la volontà di partecipare e fare, mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità nel nome di quei diritti sanciti dalla Costituzione e così spesso ignorati, invitando a partecipare tutti e tutte coloro che la politica la fanno quotidianamente ma in maniera invisibile, affinché portino il proprio, per noi prezioso, contributo.

 

Metodo di lavoro.
Sempre durante l’Assemblea vengono presi impegni da entrambe i candidati Segretario relativamente alla gestione dei lavori del neo Direttivo, impegni importanti che portano l’impronta del cambiamento avvenuto con la costituzione dell’Assemblea del Circolo del Partito Democratico di Dro. Impegni relativi alla gestione delle relazioni politiche e formali all’interno del Direttivo, con l’Assemblea e tutto il Circolo, in breve: impegno affinché vi sia l’invito permanente ai/alle consiglieri e/o amministratori eletti all’interno della nostra amministrazione comunale, che si riconoscono nel progetto del Partito Democratico del Trentino; l’impegno di organizzare sedute “aperte” del Direttivo, invitando quindi le persone presenti all’Assemblea costituente del Circolo e tutte quelle persone che in questi anni si sono avvicinate partecipando in modi diversi al processo costituente sostenuto dal Partito Democratico (votanti alle primarie); l’impegno al lavoro di gruppo come istanza fondante il nuovo Circolo del PD di Dro, al lavoro di gruppo come modo di garantire la crescita e la valorizzazione delle molteplici peculiarità, al lavoro di gruppo per continuare a testimoniare la ricchezza dei contributi emersi lungo tutto il processo costitutivo.
Il Direttivo si è riunito lunedì 06 aprile, mercoledì 15 aprile e giovedì 23 aprile, discutendo e cercando di darsi un metodo di lavoro condiviso e di pratica realizzazione: emerge la volontà di darsi, l’esigenza di poter portare un contributo, la necessità della condivisione di un metodo di lavoro per il gruppo appena formatosi.

 

- Le persone in gruppo, esprimono il bisogno di organizzarsi per costruire insieme una operatività interna ed esterna al Direttivo, condivisa ma potenzialmente autonoma, che coltivi l’orizzontalità delle relazioni ma sappia far emergere come valore le potenzialità della dimensione verticale nelle relazioni politiche. Gli uomini e le donne presenti si riconoscono in questo progetto, hanno scelto di impegnarsi in questa direzione e rappresentano il Partito Democratico del Trentino a Dro. E’ la forza del gruppo, delle differenze in esso contenute e messe in gioco, che da al neo-eletto Direttivo di Dro una grande opportunità di riuscire a fare emergere il valore sociale, culturale e politico del confronto e della condivisione in una cornice di valorizzazione e libera espressione delle differenze. Un Direttivo capace di essere attento alle varie sensibilità e anime presenti all’interno del gruppo.

 

- Emerge l’idea di procedere con l’individuazione delle aree di lavoro/aree tematiche, per approfondire gli aspetti più rilevanti della vita politica nella dimensione locale e/o provinciale e/o nazionale, per permettere una effettiva messa in gioco delle persone e per una democratica suddivisione dei compiti da svolgere all’interno del Direttivo. Ambiti di approfondimento diversificati: sviluppo e nuove tecnologie; ecologia, risorse, materie e bisogni primari; cultura; giovani; integrazione; immigrazione, ecc..

 

- Il lavoro in piccoli gruppi, in relazione alle aree scelte in seno al Direttivo, viene regolarmente restituito da un referente del piccolo gruppo al Direttivo stesso. Il continuo dialogo costruito all’interno del Direttivo con ogni specifico piccolo gruppo di lavoro, permetterà la creazione e la condivisione di un linguaggio comune su contenuti elaborati dai componenti stessi; la raccolta di materiali, la scrittura di veri e propri documenti, la loro condivisione, permetterà al Direttivo sia di poter esportare e condividere pensiero politico con tutta l’Assemblea del Circolo, sia di poter intervenire su argomenti specifici verso l’esterno, cioè all’interno della realtà in cui viviamo quotidianamente.

 

- Dalla prossima settimana, il Direttivo procederà con un’operazione “ascolto” dei consiglieri e assessori che operano all’interno del Consiglio Comunale droato e che vogliono riconoscersi nel progetto del PD. L’“ascolto” sarà relativo al lavoro svolto all’interno dell’amministrazione comunale negli ultimi quattro anni; servirà ad individuare gli elementi di successo e gli elementi critici presenti nella attuale realtà politico-amministrativa attraverso l’individuazione di tutti gli elementi “discordanti” e di quelli “eccellenti”. Il lavoro del Direttivo saprà così scegliere la direzione da prendere, quali approfondimenti operare e solo in seguito potrà esprimersi e prendere posizione, confrontandosi con l’Assemblea per cominciare a condividere un pensiero politico attraverso un’azione più precisa e funzionale, aggiornata e calata nella nostra realtà territoriale e comunale. In seguito, appunto, ma altrettanto importanti, saranno gli incontri con le realtà politiche di centro-sinistra e gli interventi che sapremo mettere in campo, per capire come trovare un terreno comune per affrontare la prossima sfida politica nel 2010. E’ stato attivato un forum ad esclusivo uso dei componenti del Direttivo, per facilitarne il circolo informativo.

 

per il Direttivo del Circolo del PD di Dro la Segretario: Sara Lutterotti

 

 

dro