Enzo Latino è il candidato sindaco PD a Levico

Il Partito Democratico ha scelto come proprio candidato sindaco alle elezioni comunali di Levico Terme il professor Enzo Latino. La scelta di Latino vuole offrire alla cittadinanza una figura di alto profilo professionale, con una grande e comprovata esperienza nella pubblica amministrazione e che riesca a uscire dal bacino di candidati autoctoni per una città che in questi anni è cresciuta, è diventata la sesta città della provincia di Trento e vede una popolazione sempre più variegata e positivamente multi-etnica.
Levico, 17 aprile 2019

 

In linea con il programma per la segreteria provinciale di Lucia Maestri e con le parole del Segretario Nazionale Zingaretti nel suo discorso d’investitura, il professor Latino ha scelto di intitolare il proprio programma, Ripartire dai cittadini: vicini alla vita delle persone.

“Ho voluto e condiviso con la mia squadra questo richiamo ai cittadini e alla vita delle persone per due motivi: primo perché la politica è servizio alle persone e ai loro sogni e, secondo, perchè se qualcosa i nostri elettori e concittadini ci hanno voluto dire con la forte partecipazione alle primarie dello scorso marzo è che sono pronti a riprendere il cammino.”

Per le elezioni comunali di Levico Terme crediamo di aver intercettato i bisogni dei nostri cittadini e della nostra città tramite un progetto globale, non limitato all’oggi ma con un orizzonte di ampio respiro, proiettato al 2030, in grado di fare una sintesi armoniosa di tutte le tante potenzialità che la comunità cittadina è in grado di esprimere.

 

Un programma che si può riassumere in quattro temi essenziali:

Cittadini

Un programma che mira a dare risposte concrete e prospettive alle esigenze di quelle fasce di cittadini di cui l’amministrazione comunale deve avere particolare cura: anziani, giovani, donne, stranieri; categorie che pongono tutte specifiche domande sociali. Un secondo impegno dovrà essere quello di riavvicinare i cittadini, in particolare i giovani, alla vita politica riportando l’astensionismo entro limiti fisiologici.

 

Ambiente

29 ottobre 2018. Questa è una data che nessuno di noi dimenticherà e che lascerà, a lungo, ferite indelebili nei nostri cuori e nel panorama dei nostri monti. Per quanto questi problemi siano planetari, anche noi possiamo fare la nostra parte contribuendo al miglioramento generale con politiche ecologicamente sostenibili. Ambiente a Levico non può che far pensare a spazi aperti, alle montagne, alle piste ciclabili, al verde dei boschi e all’azzurro del nostro splendido lago. Una risorsa strategica per l’economia levicense e un prezioso patrimonio che dobbiamo preservare per le future generazioni, che dobbiamo attrezzare per poterlo vivere dodici mesi l’anno rendendolo accessibile a tutti i cittadini.

 

Turismo e Lavoro

L’economia levicense ha sicuramente il suo fulcro nell’attività turistica ma si avvale anche di importanti contributi degli altri settori economici quali il commercio, l’artigianato, l’agricoltura e l’industria. Tutti questi settori rappresentano un sistema integrato che vince o perde insieme. Si va sempre più, infatti, verso un sistema dove a competere non è più il singolo operatore economico ma l’intero territorio. Ne discende la necessità di un progetto complessivo in grado di armonizzare le prospettive di tutte le componenti economiche.

 

Istruzione e Cultura

La differenza, in futuro, la farà sempre più la qualità delle risorse umane, chiamate a confrontarsi con un cittadino e un turista sempre più esigente. E non basterà avere risorse umane di qualità in un solo settore, ci sarà bisogno di maggiore professionalità in tutti gli ambiti della vita cittadina. Tutti possono e debbono contribuire, tutti dovranno continuare ad apprendere e migliorare le loro competenze. Quelle che ci attende nei prossimi anni è una sfida che si vince, o si perde, tutti insieme. In questa prospettiva le scuole di Levico possono e devono assumere un ruolo strategico.

 

Nelle prossime settimane presenterò insieme alla mia squadra il programma nel dettaglio ma mi pareva opportuno – precisa Latino - iniziare a dare un’anteprima alla cittadinanza sulle sfide che sono e siamo pronti ad affrontare e che sono alla base del nostro essere democratici, trentini .

Sfide – conclude il candidato sindaco del PD – che si riassumono nel nostro impegno a non arrenderci:

  • all’antipolitica imperante nel nostro paese, che ha prodotto danni devastanti nelle coscienze di una larga fetta della popolazione, che non solo non si reca più a votare ma che crede sempre meno perfino nelle istituzioni democratiche;
  • alla cultura dell’odio che porta a discriminare chiunque si presenti o viene percepito come “diverso”;
  • a chi vorrebbe riportare indietro le lancette della storia cancellando tutti i diritti civili faticosamente conquistati, in particolare quelli delle donne;

-          a un sistema economico che ha prodotto negli ultimi decenni livelli insopportabili di disuguaglianza, precarietà, nuove povertà e la grave crisi delle classi medie in occidente;

-          alla distruzione del pianeta in nome di un modello di sviluppo ecologicamente insostenibile;

-          all’idea che il destino di un bambino appena nato debba essere determinato da dove nasce, dal colore della sua pelle, dal reddito e dal livello culturale della sua famiglia d’origine.

In sintesi, non rinunciare alla nostra concezione del mondo come società aperta e ai nostri valori di libertà, giustizia sociale, solidarietà, per una vita più dignitosa per tutti.

 

Partito Democratico - Circolo di Levico-Laghi
E:
pd.levicolaghi@gmail.com

 

 


il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*