NOI SIAMO TRENTO, al via le iniziative per una città più pulita

La pulizia e la manutenzione di un'intera città non possono che essere un lavoro di squadra. E ogni squadra che si rispetti deve avere un capitano. Non a caso la grande sfida collettiva per una Trento più bella e ordinata, che prende avvio ufficialmente oggi, ha come testimonial Toto, ovvero Andres Pablo Forray, il playmaker diventato il simbolo della Dolomiti Energia Trentino, una squadra da sempre attenta non solo ai punti e alla classifica, ma anche agli aspetti sociali dello sport.
Ufficio Stampa Comune di Trento, 24 settembre 2015

 

Sarà dunque Toto, insieme ai suoi compagni, a invitare la città a partecipare a questo sforzo comune, a buttare nel canestro (o meglio nel cestino) cartacce e mozziconi, rifiuti abbandonati, scritte sui muri. A dare inizio alla partita è l'Amministrazione comunale insieme a Dolomiti Ambiente, ma a giocare saranno anche e soprattutto i cittadini, le associazioni, i gruppi spontanei o organizzati.

“Noi siamo Trento” è lo slogan di questa operazione, che fa tesoro di altre esperienze del passato (“Al mio parco ci penso anch'io” o “Panchina pulita” o le giornate nelle Circoscrizioni), ma ha l'ambizione di diventare un'iniziativa permanente, che può ripetersi ogni giorno e durare tutto l'anno.

“Sono molto fiero di far parte di questo progetto – ha dichiarato oggi Toto, alla conferenza stampa di presentazione a Palazzo Geremia – Come giocatore di basket sento di rappresentare non solo la società, ma anche la città in cui vivo. Sono convinto che ognuno debba fare il proprio dovere civile, anche per dare l'esempio ai ragazzi delle squadre giovanili”. Prima di Toto, il sindaco Alessandro Andreatta si era soffermato sul senso dell'iniziativa: “Nello slogan 'noi siamo Trento' la parola più importante è il 'noi'. Il 'noi' indica la volontà di promuovere il protagonismo dei cittadini, il protagonismo di chi vuole aiutare, di chi segnala. Nel 'noi' c'è anche l'Aquila Basket, che è a fianco della città con la sua credibilità non solo sportiva”.  Del resto, come ha sottolineato il direttore della fondazione Aquila Basket Massimo Komatz, questa sfida è del tutto coerente con lo spirito della società: “Il nostro non è solo un progetto sportivo, ha anche un forte risvolto sociale. I valori cui ci ispiriamo sono quelli del coinvolgimento, della partecipazione, del rispetto: gli stessi racchiusi in quel 'noi' a cui ha fatto riferimento il sindaco”.

La filosofia che sta alla base delle varie iniziative è quella dei Beni comuni, il progetto varato lo scorso mese di marzo dal Consiglio comunale, che mira a mobilitare i cittadini e a valorizzare il loro impegno nella cura di un parco o di un'aiuola, di una strada o di una scuola. Ma la cittadinanza è chiamata a fare la propria parte anche con le segnalazioni: un sistema di comunicazione più agile e immediato renderà più semplice indicare all'Amministrazione comunale le situazioni di degrado, richiedere un intervento, ottenere una risposta in tempi certi.

Le azioni della campagna “Noi siamo Trento” saranno documentate anche dai social network dell'Amministrazione comunale e di Dolomiti Energia Trentino. In particolare, Toto e i suoi compagni di squadra twitteranno o posteranno su Facebook immagini di azioni positive, di cura e attenzione nei confronti della città. Tutti sono invitati a fare altrettanto, menzionando  @AquilaBasketTN e taggando l'immagine con #noisiamotrento.

Le iniziative più belle, le foto più apprezzate dai giocatori di Dolomiti Energia Trentino saranno ritwittate dall'account ufficiale della squadra e, una volta al mese, riceveranno un premio: l'autore avrà infatti un biglietto gratuito per una partita, a cui assisterà da ospite d'onore della squadra.  Come ha spiegato il sindaco, “le cose che vanno meno bene vanno contrastate con quelle positive, che funzionano. Per questo riteniamo importante far conoscere le azioni virtuose dei cittadini”.

 

Le iniziative che prenderanno il via nei prossimi giorni sono state illustrate in conferenza stampa dal direttore generale del Comune Chiara Morandini. Eccole nel dettaglio.  

Una squadra per la pulizia delle strade. Sul modello della squadra di pronto intervento avviata nel 2009 per le piccole manutenzioni, viene attivata una squadra aggiuntiva per la pulizia delle strade, composta da lavoratori socialmente utili, che interverrà nelle zone più critiche o comunque nei luoghi indicati dalle segnalazioni dei cittadini. In questa fase iniziale la squadra sarà composta da addetti di Dolomiti Ambiente. Entro 48 ore dalla segnalazione ci sarà l'intervento o comunque la risposta, nel caso non sia possibile o corretto intervenire.

Profughi e richiedenti asilo ripuliscono le vie cittadine. Lunedì 28 settembre partirà un'attività di volontariato che coinvolgerà profughi e richiedenti asilo ospitati in città. Organizzata in collaborazione con il Cinformi, Centro informativo per l'immigrazione della Provincia autonoma di Trento, l'iniziativa prevede il coinvolgimento di sei persone suddivise in due squadre, supportate sul piano operativo dalla cooperativa Consorzio, Lavoro, Ambiente. I volontari saranno impiegati per l’attività di spazzamento nelle diverse circoscrizioni della città di Trento secondo un calendario definito in accordo con Dolomiti Ambiente. Presteranno servizio il lunedì e il sabato mattina dalle 8 alle 12 e il mercoledì pomeriggio dalle 14.30 alle 18 in centro storico e, a turno, in tutte le Circoscrizioni. Dolomiti Ambiente fornirà le attrezzature necessarie per la raccolta e lo spazzamento e provvederà alla relativa formazione. Coordinerà inoltre le attività, fornendo indicazioni operative ai volontari e verificando l’efficacia dell’intervento.

Al mio quartiere ci penso anch'io. L'Amministrazione comunale e Dolomiti Ambiente, nell'ambito del progetto Beni Comuni, si impegnano a promuovere e appoggiare le iniziative di pulizia volontaria degli spazi pubblici. Non solo quelle promosse dalle Circoscrizioni, ma anche quelle proposte da singoli, gruppi, associazioni. Basterà compilare un semplice modulo disponibile sul sito Internet del Comune per stipulare un patto di collaborazione che impegna i cittadini a svolgere l'intervento, Dolomiti Ambiente a fornire per esempio scope,  pattumiere e sacchi e a provvedere al ritiro dei rifiuti nei luoghi stabiliti.

Segnalazioni da parte dei cittadini. I cittadini sono invitati a segnalare le situazioni di degrado delle aree pubbliche. In particolare, gli abbandoni di rifiuti in prossimità di cestini e cassonetti oppure nei parcheggi o ai bordi delle strade. O ancora i problemi relativi allo spazzamento stradale, gli accumuli di rifiuti o sacchi nei punti di raccolta al di fuori dai giorni stabiliti dal calendario del “porta a porta”. Le segnalazioni saranno più semplici e immediate grazie all'aggiornamento della piattaforma Sensorcivico, sviluppata dal Consorzio dei Comuni.

Rimozione dei graffiti. Attraverso la piattaforma Sensorcivico sarà possibile segnalare anche graffiti e imbrattamenti di muri pubblici e privati.  Un tecnico dedicato raccoglierà le segnalazioni e programmerà gli interventi. Se si tratta di edifici comunali, si provvederà a far intervenire una ditta specializzata che ripristinerà la facciata nel più breve tempo possibile. In caso di edifici privati, si contatterà il proprietario o l'amministratore di condominio per proporre l'intervento di rimozione previo pagamento di un contributo. La quota a carico dei proprietari sarà ridotta dal primo gennaio 2016. Al lavoro di pulizia dei graffiti possono concorrere anche i cittadini, con la formula già proposta dal progetto Futura Trento, che invita a mappare gli imbrattamenti oltre che a ripulire e abbellire le pareti sfregiate dai writers.

Raccoglitori di mozziconi di sigaretta. Sono stati installati sei raccoglitori di mozziconi di sigaretta in piazza Venezia. Per ora si tratta di una sperimentazione, che mira a testare sia il modello di raccoglitore, sia il suo effettivo utilizzo. L'iniziativa prevede anche l'installazione di contenitori al di fuori degli esercizi commerciali. Questo secondo aspetto del progetto sarà realizzato nel prossimo periodo, dopo il confronto con gli operatori.

App 100% riciclo. Sarà presto attiva una nuova App per smartphone che fornirà informazioni dettagliate sui vari aspetti della raccolta differenziata dei rifiuti.


il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*