EUROPEE 2009 - I commenti di Maurizio Agostini, Giovanni Kessler, Alberto Pacher e Giorgio Tonini

"Con l'aiuto dell'Upt saremmo in Europa"
Il segretario Agostini: "Ormai siamo noi il vero riferimento dei trentini".
D. Battistel, "L'Adige", 9 giugno 2009

Da un lato c'è l'euforia per un risultato che ha confermato (anzi, migliorato) la performance dello scorso novembre in Provincia e reso ormai chiaro a tutti che il Partito democratico è sempre più il riferimento «territoriale» della politica trentina. Dall'altro l'amaro in bocca l'amaro in bocca che lo sforzo è stato vano visto che Michele Nicoletti non ce l'ha fatta ad essere eletto.

In realtà alla vigilia in pochi del Pd speravano nell'elezioni di Nicoletti ma ora, visti i risultati, il rammarico per il mancato appoggio al professore da parte dell'Upt e del presidente Dellai rinfocola una polemica mai del tutto sopita.
«Se chi si dice territoriale a parole avesse davvero fatto una scelta di questo tipo e ci avesse aiutato nello stringere alleanze con gli altri territori alpini del collegio avremmo portato uno dei nostri, un trentino così ben qualificato in Europa» è il primo commento del presidente del Consiglio provinciale Giovanni Kessler . «Gli elettori hanno saputo essere più intelligenti di certi politici» accusa. Tornando all'esito complessivo delle urna Kessler ritrova il sorriso. «Per noi si tratta di un risultato eccezionale che ci riempie di giusto orgoglio. Aumentiamo di 4 mila voti rispetto alle provinciali e anche rispetto alle comunali di Trento, pur con una fortissima astensione». Qual è il segreto del successo? «Credo dipenda dalla proposta ma soprattutto dalla candidatura di Michele Nicoletti che ha portato voti freschi e nuovi, pur non essendo così conosciuto».
«La verità - gli fa eco il segretario Maurizio Agostini - è che il lavoro di radicamento del partito che stiamo facendo premia. Passare dal 21 al 27 per cento delle provinciali e dal 29 per cento di un mese fa al 36 per cento se consideriamo soltanto la città di Trento ci conferma che siamo ormai il riferimento stabile e sicuro dei trentini».
Leggi l'articolo completo!

LEGGI ANCHE:

"Noi, guida della coalizione"
Agostini e Pacher: molti elettori Upt ci hanno votato.
C. Bert, "Trentino", 9 giugno 2009

Il Pd soddisfatto, dure critiche a Dellai
Tonini: "la territorialità non può essere negazione di una dimensione nazionale".
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 9 giugno 2009

il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*