Nicoletti: "No a un PD confederato"

Il segretario contro l'idea di Pacher e Tonini: "Niente ripiegamenti provincialisti". Il professore esclude "qualsiasi ipotesi di rinuncia al simbolo" e avverte: "Le fusioni non creano più consenso".
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 25 novembre 2011
Leggi l'articolo in pdf!


inviato da Marco Valdo il 27 novembre 2011 13:46
Nicoletti sbaglia. Nel crepuscolo dei grandi partiti nazionali l'unica luce che tiene in vita l'idea stessa dei partiti è la loro adesione completa e convinta alle ragioni e alle culture del territorio. Ovviamente in un'ottica solidale e neo-nazionale poichè federalista.
il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*