Archivio notizie 2019 pagina 6

Pd Val di Non, resoconto dell'assemblea del 27 settembre

L’assemblea del circolo PD della Valle di Non, riunita venerdì 27 settembre nella sede del gruppo consigliare PD di Revò, ha discusso un documento predisposto dai giovani del circolo, incentrato sul rilancio politico culturale della valle, da anni trascurata dalla gestione Trento-centrica dell’ amministrazione provinciale.
Revò 7 ottobre 2019

continua...


Aldeno, maxi cantina in mezzo al verde, stop dei tecnici. Ma Tonina dice sì

Un edificio rettangolare di 10mila metri cubi (27,10 metri per 43,40), con una parte produttiva alta 5,80 metri da terra e una palazzina servizi tra i 10 e gli 11 metri di altezza. È il progetto della nuova cantina Revì (oggi collocata in paese) che il titolare vorrebbe realizzare in una zona agricola di pregio, di fatto ancora integra, e collocata ad est dell'area sportiva di Aldeno, oltre la tangenziale.
"Trentino", 2 ottobre 2019

continua...


Manica: "pianificare non significa tirare righe a caso sulle mappe"

Sono talmente tante e talmente campate in aria le proposte del Presidente Fugatti in tema di mobilità, che non si capisce più se si è di fronte a proposte ragionate o a soluzioni di pura fantasia inventate di volta in volta per soddisfare le attese di questo o quel interlocutore.
Alessio Manica, 3 ottobre 2019

continua...


TRENTO - «Commercio, fai lo sconto sull'affitto? Non paghi l'Imu»

 Un progetto ambizioso, e sulla carta - una volta approvato in consiglio - anche relativamente agevole nell'iter visto che è condiviso da tutte le forze di maggioranza. Un progetto che vuole essere una scossa elettrica per il commercio del centro storico, da tempo messo in crisi da una parte dall'e-commerce, dall'altra da affitti molto elevati tarati più sulle possibilità delle grandi catene commerciali che sui negozi tradizionali.
G. Piccoli, "Trentino", 2 ottobre 2019

continua...


«Comunali, campo aperto alle alleanze»

Maestri:  «La valutazione sul nome discende dal confronto sul programma e dalla condivisione interna alla coalizione che si andrà a comporre. Prima di tutto c’è da costruire un programma, che non sarà neutrale ma obbligherà a delle scelte di campo, indipendentemente dal nome che verrà scelto».
D. Baldo, "Corriere del Trentino", 1 ottobre 2019

continua...


E' tempo di scelte coraggiose

Nei giorni scorsi la stampa ha riportato la richiesta di nuove piste avanzata dagli impiantisti di Madonna di Campiglio, contemplando tra le ipotesi, ancora una volta, quella di un intervento nella zona di Serodoli. 
Alessio Manica, "Trentino", 1 ottobre 2019

continua...


«Comunali, il Pd eviti la subalternità»

Alessandro Olivi si rivolge al suo partito, il Pd, e in vista delle elezioni amministrative del 2020 chiede «coraggio», evitando «di essere subalterni». Il partito, spiega, deve costruire un’alternativa entro chiari confini valoriali.
M. Damaggio, "Corriere del Trentino", 29 settembre 2019

continua...


Nel Parco Adamello Brenta (patrimonio Unesco) al posto del sentiero spunta uno scempio. Zeni: ''Servirà al transito di piccoli trattori, Quad e altri veicoli a motore?''

Da tempo c'era chi spingeva per raggiungere Malga Spora (definita sui siti turistici ''una delle poche malghe in Trentino non raggiungibile con gli automezzi, pertanto una escursione perfetta per chi ama la vacanza green'') con una pista/mulattiera utilizzabile anche da piccoli veicoli a motore. Il Parco si è sempre opposto dando l'ok alla realizzazione di un sentiero non più ampio di 1,20 metri. Quello attuale, però, ne raggiunge anche di 3 di metri. Il consigliere del Pd interroga l'aula.
"Il Dolomiti", 29 settembre 2019

continua...


Ladini retici, ora anche il Pd ne chiede il riconoscimento

Non più solo Caterina Dominici e la 'sua' Rezia, anche il Pd noneso chiede il riconoscimento della ladinità "nella specificità retica", della valle di Non. La risoluzione è stata approvata l'altra sera dal direttivo della sezione riunito a Revò che ha fatto propria la risoluzione dell'ex parlamentare (dell'allora Pci) Sergio de Carneri.
G. Eccher, "Trentino", 30 settembr 2019

continua...


Non date per scontato il fallimento del Pd

La senatrice Donatella Conzatti è sempre molto attenta a quello che scrivo e di questo interesse la ringrazio. Quattro mesi fa, in piena campagna elettorale europea, commentando un mio intervento critico sull'accordo tra Svp e Forza Italia, la senatrice scriveva: «Forza Italia ed Svp concorrono, dall'Italia, a formare la grande famiglia dei popolari europei assieme al partito della Merkel Cdu, all'autonomista Csu, cui aderisce in Baviera lo Spitzenkandidat Manfred Weber, all'Övp di Sebastian Kurz per citare solo alcuni dei grandi leader.
Giorgio Tonini, 27 settembre 2019

continua...


L' Alto Garda e le crisi industriali

Con le crisi industriali non si scherza, anche se dei casi che stanno facendo parlare e preoccupare tutti noi cittadini dell’Alto Garda e Ledro è difficile comprendere precisamente tutti i contenuti e i contorni. Ma che i problemi siano effettivi, o percepiti più gravemente della loro consistenza, sappiamo bene quanta importanza rivesta il settore manifatturiero in un Alto Garda Ledro caratterizzato da una struttura economica variegata e molto attiva.
Coordinamento di Valle Alto Garda e Ledro, 25 settembre 2019

continua...


Dimaro, il nostro no ad una brutta legge che crea un brutto precedente

Il Gruppo consiliare provinciale del Partito Democratico del Trentino ha votato contro, assieme a tutte le minoranze consiliari, al disegno di legge voluto dalla Giunta per disciplinare l’acquisizione dei terreni necessari alla risistemazione e messa in sicurezza dell’area dove esondò il torrente Rotian a seguito della tempesta Vaia.
Trento, 25 settembre 2019

continua...


Itea: canone medio di 145 euro. Gli immigrati sono solo il 6%

TRENTO All’interno dei 10.692 alloggi gestiti da Itea sul territorio provinciale i cittadini extracomunitari sono soltanto il 6,1%, gli stranieri comunitari il 2,7% e gli italiani la quasi totalità degli inquilini: il 91,2%.
Donatello Baldo, 24 settembre 2019

continua...


Olivi: "Verso un “punto di non ritorno con ripercussioni sulla qualità delle cure?”. Dalla Confederazione Italiana Medici Ospedalieri un monito che richiede risposte concrete"

Il consigliere del Partito Democratico Alessandro Olivi ha depositato oggi un’interrogazione per ottenere dalla Giunta risposte concrete rispetto alle forti preoccupazioni espresse dalla rappresentanza trentina della Confederazione Italiana Medici Ospedalieri (C.I.M.O. ) che, con riferimento ad alcuni comparti delle strutture sanitarie (nella fattispecie Oncologia), ha pubblicamente denunciato il rischio di un “punto di non ritorno” e “ripercussioni sulla qualità delle cure”.
Trento, 19 settembre 2019

continua...


Assegno unico, giunta in ritardo: «Scusateci»

Botta e risposta tra i sindacati confederali e la Provincia (con incursione dell'ex assessore Alessandro Olivi) sui ritardi nella possibilità di presentazione delle domande per l'assegno unico.
"Trentino", 23 settembre 2019

continua...


pg. 6 di 26